Piano di formazione dei docenti

Disciplinata dal comma 121 al comma 125, la formazione in servizio dei docenti di ruolo è adempimento obbligatorio, permanente e strutturale connesso alla funzione docente. La Legge 107/2015 ne evidenzia due livelli:

•Aggiornamento e formazione di sistema

•Aggiornamento e formazione individuale

Per meglio rispondere alle esigenze di formazione dei docenti, all’interno dell’Istituto è stata condotta un’analisi dei bisogni dalla quale sono emerse le seguenti aree di interesse

1)    Disciplinare

2)    Metodologico-didattica, con specificazione di:

  • Aspetti disciplinari
  • Progettazione didattica e percorsi di apprendimento
  • Verifica e valutazione
  • Approccio alla nuova realtà multiculturale a scuola
  • Approccio alla disabilità, ai DSA e BES a scuola
  • Produzione di materiali didattici mirati
  • Utilizzo di strumenti/strategie didattico-metodologiche innovative

3)    Psicopedagogica con specificazione relativa a:

  • motivazione negli alunni
  • comunicazione didattica in classe
  • Teorie psicologiche e pedagogiche recenti innovative

4)    Comunicativo-relazionale

5)    Organizzative

6)    Di lavoro in team

L'indagine da cui è scaturita l’analisi di cui sopra, proponeva di attribuire un punteggio alle aree di interesse elencate di seguito, scegliendo un valore da 1 a 6 per indicarne l'importanza (1=minima, 6=massima). I valori numerici riportati nel grafico seguente, rappresentano la media dei punteggi assegnati dai docenti alle singole voci.

Dai dati rilevati su tali aree e in linea con la visione prospettica e strategica del nostro Istituto, sono stati formulati i seguenti percorsi di formazione triennale:

Area disciplinare: percorsi di innovazione tecnologica relativa ai settori specifici presenti in Istituto, elaborati all’interno dei dipartimenti e/o in forma interdipartimentale, orientati all’acquisizione di competenze di ambito disciplinare.

Area metodologico-didattica: miglioramento dei processi di insegnamento-apprendimento attraverso approcci multidisciplinari e volti alla predisposizione di ambienti di apprendimento e di strumenti operativi innovativi e funzionali anche ad una didattica inclusiva. I rilevamenti per le specificazioni incluse in tale area sono indicati di seguito.

Area psicopedagogica: sviluppo e potenziamento di approcci e strumenti metodologici innovativi in campo educativo per implementare i processi metacognitivi ed emotivo-motivazionali dell’apprendimento e per migliorare l’approccio cooperativo e laboratoriale dei processi di insegnamento-apprendimento.

Area comunicativo-relazionale: di gestione della comunicazione e delle dinamiche relazionali all’interno del gruppo classe, per l’acquisizione ed il miglioramento di capacità di ascolto attivo, di empatia, di conoscenza e controllo delle emozioni in situazioni muticulturali attraverso modalità di problem posing e di sviluppo di soluzioni creative. I rilevamenti per le specificazioni incluse in tale area sono indicati di seguito.

 

Formazione in materia di sicurezza.

Nell’ambito della formazione resta ferma la realizzazione di corsi relativi al DM 81/2008 secondo le modalità di seguito indicate.

L’Istituto dispone di risorse interne per la formazione in materia di salute e sicurezza negli ambiente di lavoro.

In particolare gestisce ed organizza, per gli Istituti del territorio afferenti l’Istituto quale scuola Polo, corsi in presenza per tutte le figure sensibili in materia di sicurezza ai sensi del D.Lgs 81/08.

Propone altresì corsi in modalità e-learning rivolti ai “lavoratori” ed ai “preposti ai sensi del D.Lgs 81/08, secondo l’accordo del 21 dicembre 2011 raggiunto dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome. Anche i corsi in modalità e-learning offrono soluzioni formative direttamente al personale interno ed agli studenti dell’Istituto, ma si rivolgono anche a quelli delle scuole afferenti l’Istituto, quale scuola Polo in materia di sicurezza.

I corsi in modalità fad sono accessibili dal sito dell’Istituto http://www.itisurbino.gov.it, sulla cui home è stata inserito il link all’indirizzo della piattaforma http://sicurezza.itisurbino.it/moodle. Da qui entrando con le credenziali personali il corsista trova l’area formativa. Al termine del corso realizzato in piattaforma è prevista una prova di apprendimento strutturata in presenza il cui superamento determina l’acquisizione di apposito attestato.

< Prec

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Privacy Policy